Services Feedback

HyperVerse (nota precedentemente come HyperFund) è un sistema profittevole per fare trading di criptovalute? La piattaforma è davvero sicura? Siamo certi che non esistano alternative migliori per investire in Bitcoin e in altre crypto?

LA RISPOSTA E’ NO! Hyperverse è una truffa di tipo schema ponzi e non assolutamente legale!

Ti consiglio di leggere fino in fondo questa pagina per capire perchè Hyperverse è una truffa, prenditi il giusto tempo perchè vuoi investire del denaro ed è quindi giusto fare una scelta molto attenta.

Vuoi andare subito al dunque? Ecco allora qual è la migliore alternativa per investire in criptovalute nel 2022 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI E SCARICARE GRATIS LA MIGLIORE GUIDA AGLI INVESTIMENTI IN CRIPTOVALUTE

HyperVerse opinioni: le recensioni degli iscritti alla piattaforma

Negli investimenti in criptovalute come in altri settori, per verificare l’affidabilità di un sistema, è necessario testarlo. Su questo punto non ci sono dubbi.

Anche perché, voglio essere onesto, è molto difficile trovare sul web una guida HyperVerse affidabile e ti spiego subito perché. La piattaforma non è così frequentata come si pensa. Inoltre, è difficile trovare recensioni.

Mai come in questo caso, dunque, la verifica diretta appare essenziale. Ed è proprio ciò che ho fatto prima di scrivere questa guida.

Il mio nome è Alessio Blasi, ho quasi quarant’anni e mi occupo di investimenti online da circa un decennio. Nel dettaglio, negli ultimi anni ho intensificato la mia attività nell’ambito delle criptovalute, riuscendo ad ottenere risultati più che soddisfacenti.

Parto subito con il dire che lo scopo del mio test non è stabilire se HyperVerse è una truffa o meno. Anche qualora non lo fosse (ma purtroppo è una truffa dato che come si legge in tutte le maggiori testate italiane ormai i fondatori sono spariti e la gente non ha potuto prelevare più i soldi), il mio interesse è aiutarti a capire come funziona la piattaforma, se si tratta di un buon prodotto e se esiste una soluzione migliore.

Per poterti dare un parere onesto e da professionista su tutti questi aspetti, naturalmente mi sono iscritto a HyperVerse. Quindi qui parliamo di un’esperienza diretta e non di un sentito dire.

Ebbene, la conclusione che ho potuto trarre è questa: aprire un conto di trading con HyperVerse NON è la scelta migliore se vuoi iniziare ad investire in criptovalute profittevolmente.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI E SCARICARE GRATIS LA MIGLIORE GUIDA AGLI INVESTIMENTI IN CRIPTOVALUTE

Il sito HyperVerse stesso è costruito in modo tale da lasciare molti dubbi e sfido a trovare qualcuno (non coinvolto nella piattaforma) che possa dire di averci davvero capito qualcosa.

Se non vuoi fidarti solo ed esclusivamente di questa guida, ti assicuro che non è affatto difficile trovare altre opinioni che lanciano l’allarme truffa. Ma andiamo con ordine.

Quanto è affidabile HyperVerse?

Partiamo dal passaggio più semplice che è quello di andare a vedere la Home Page di HyperVerse. Già c’è un particolare che stona terribilmente con il concetto di affidabilità. Non è disponibile la lingua italiana, ma nemmeno altre lingue europee. Le uniche due lingue disponibili sono l’inglese e il cinese.

Potresti ribattere che, nel 2021, tutti dovrebbero parlare inglese. Puoi avere ragione, ma ti dico questo: per quanto tu possa parlare bene una lingua che non è la tua lingua madre, quando si tratta di soldi, di contratti e di termini, condizioni e cavilli legali vari, DEVI poterti confrontare nella tua lingua madre.

Qui parliamo di investimenti oltretutto, con una terminologia piuttosto particolare persino in italiano. Ma non è tutto, perché cosa ancora più grave, sulla Home Page del sito non vengono riportate informazioni societarie.

Ci sono solo i nomi dei soci. Ma soci di chi?

Non c’è una partita IVA, non c’è un indirizzo, né una mail o un numero di telefono. Quindi, come contattare la società per avere informazioni? Non si sa. In pratica, il sito non fa altro che spiegare, in inglese e poco chiaramente, in cosa consiste l’universo HyperVerse.

Non potrei spiegarti cosa è possibile fare su e con questa piattaforma. Semplicemente perché non è chiaro.

In pratica il cliente può affiliarsi al sistema HyperVerse attraverso un investimento di soldi reali propri. Con questi soldi andrebbe ad acquistare un pacchetto crypto promosso dalla società, in attesa di rendimenti (dal 15% al 30% garantiti). Raggiunto un certo livello di rendimento, il cliente può incassare i profitti che, però, vengono convertiti in HyperCash, la criptovaluta dell’azienda. Praticamente soldi persi.

A mio avviso (ma non solo mio oramai) un vero e proprio schema piramidale.

Chi c’è dietro HyperVerse?

Anche qui, la risposta non può essere chiara. Sul sito vengono riportati alcuni nomi, tra cui quello di Ryan Xu. Questo signore, qualche anno fa, si faceva chiamare con il suo vero nome: Zijing Xu. Poi, dopo diverse truffe venute alla luce, ha chiuso e riaperto un bel numero di società, cambiando persino nome. Basta fare un giro sul web per capire che la maggior parte dei progetti avviati da questo presunto guru delle criptovalute è naufragata miserabilmente e in poco tempo.

Ma quindi, quelli che ne parlano bene (pochissimi in realtà) chi sono? Sicuramente clienti della società, che non hanno dato ascolto ai segnali più che chiari di pericolo e sono finiti nel bel mezzo di questo sistema. Ora, hanno necessità di reclutare altre vittime per cercare di salvare il salvabile (forse).

Qual è la soluzione? Qual è l’alternativa a HyperVerse?

 

Investire in criptovalute, ma anche fare trading online in generale, è un’attività REALMENTE redditizia, purché svolta con i mezzi giusti. Io stesso sono un trader e vivo di trading. Considerando le lacune di HyperVerse sopra evidenziate, il primo consiglio che posso e voglio dare ai neofiti del gioco in Borsa è quello di rivolgersi solo ed esclusivamente ai broker di trading regolamentati.

Non è vero che le piattaforme di trading sono tutte uguali. A livello operativo, diciamo più strettamente tecnico, le funzioni sono quelle, si. E’ poi il pacchetto di servizi offerto dal broker a fare la differenza. Per la mia esperienza, chi desidera iniziare a fare trading partendo da zero, al di là della regolamentazione, necessita di un broker particolarmente attento all’aspetto formativo. Inoltre, deve trattarsi di un broker accessibile sotto tutti i punti di vista, dal primo deposito al servizio clienti, passando per gli strumenti di gestione del rischio.

A questo punto, non ci resta che scoprire il nome del broker che ritengo sia la migliore scelta per i principianti del trading.

Qual è la migliore alternativa a HyperVerse?

La piattaforma di trading più adatta ad un principiante è LiquidityX

Aprendo la Home Page del sito di LiquidityX entriamo in tutt’altro mondo rispetto ad HyperVerse. In alto a sinistra, accanto al logo, è subito possibile scegliere la lingua desiderata. Tra le opzioni disponibili, che sono tante, c’è anche l’italiano. In fondo alla pagina sono presenti tutte le informazioni sulla società, le avvertenze sui rischi del trading online e il numero di licenza posseduta.

LiquidityX è legalmente autorizzato ad operare sul territorio dell’Unione Europea con licenza CIF numero 2/11/24.5.1994 rilasciata dalla Hellenic Capital Market Commission (HCMC). Per chi non lo sapesse, si tratta di uno degli enti di vigilanza borsistica più noti in UE.

Ma veniamo ai servizi. A mio avviso, LiquidityX è il broker con i migliori servizi per i principianti del trading. Il sito offre tutto, ma proprio tutto, quello che serve per iniziare ad investire in Borsa. Davvero notevole la sezione formativa. CLICCA QUI per iscriverti alla piattaforma e scaricare GRATIS il manuale di LiquidityX

L’eBook offerto ai clienti del broker è, probabilmente, il più completo tra quelli offerti gratuitamente dalla concorrenza. Le materie approfondite sono svariare, dalle strategie di trading alla psicologia dell’investitore, passando per il money management.

Perché LiquidityX è migliore di HyperVerse o altri broker?

Non ho alcun interesse nel vantarmi del seguito di persone che ho aiutato, ma solo tanta soddisfazione. Sono decine e decine i trader neofiti che sono tornati sul mio sito a ringraziarmi per aver loro consigliato LiquidityX.

L’ultima, in ordine cronologico, è stata Valentina, una neomamma di una splendida bambina che, durante la gravidanza, ha deciso di impiegare il tempo in attesa provando ad imparare a fare trading online. Le ho consigliato di aprire un conto demo su LiquidityX e provare. Le è bastato qualche giorno per imparare e ha iniziato subito a guadagnare. Piccole cifre, perché i miracoli non esistono, ma è l’inizio di una promettente carriera per una donna che desidera passare più tempo in casa, senza rinunciare alla sua indipendenza.

Prima di lei ho parlato a lungo con Francesco, un imprenditore nell’ambito del turismo. Francesco gestisce un paio di alberghi a Roma e, in tutta onestà, non aveva bisogno di soldi extra. Voleva, però, trovare il modo di far fruttare i suoi risparmi. Ed è anche una mente brillante che ha tanta voglia di mettersi in gioco in nuove sfide. La sua sfida Francesco l’ha vinta grazie a LiquidityX, investendo proprio sulle criptovalute. Ad aprile 2021, quando le crypto hanno toccato prezzi record, Francesco aveva posizione aperte su Bitcoin e Ethereum. Ne ha ricavato un bel gruzzolo ed è tornato a ringraziarmi.

In conclusione, LiquidityX offre una piattaforma facile da utilizzare, con i comandi in italiano. E’ possibile imparare a fare trading nel Trading Central del sito, affiancando allo studio la simulazione con il conto demo. Il servizio clienti risponde praticamente immediatamente, sempre in italiano e segue il cliente passo dopo passo, in tutto il suo percorso.

Se desideri fare una prova gratuita, CLICCA QUI per iniziare subito.

Le testimonianze su LiquidityX parlano da sé. Se non ti fidi di questa guida, puoi fare direttamente tutti i test che desideri sul  sito di LiquidityX e puoi dare un’occhiata all’ebook del broker cliccando qui 

Anzi, ti invito a fare una prova, è GRATIS e attendo una tua testimonianza al più presto! Inviami una mail a [email protected] per raccontarmi la tua esperienza.